Pagine statiche

domenica 22 settembre 2013

ESSERE SCALTRI....


L'amministratore disse tra sé: «Che cosa farò, ora che il mio padrone mi toglie l'amministrazione? Zappare, non ne ho la forza; mendicare, mi vergogno. Lc.16,3

Noi Cristiani dovremmo metterci lo stesso impegno (essere scaltri come l'amministratore disonesto) nel compiere il bene e far avvicinare un fratello a Dio.
La figura dell'amministratore disonesto, si può accostare a quella del figliol prodigo. Entrambi, dopo una rovina, si trovano a un bivio e cercano un riparo. Però mentre il primo non fa altro che continuare a mentire e aggiungere bugia a bugia nei confronti del suo ex padrone, il figliol prodigo riconosce di aver sbagliato; e la strada che deciderà di prendere, sarà quella dell'amore verso il padre.
E' quello che dovremo fare noi quando ci sembra che tutto vada male, quando ci sentiamo persi. La cosa giusta da fare e andare nella direzione di Dio e consegnare a Lui il timone. Questa è la strada della verita. La strada dell'amore.
Quando invece, si decide di imboccare una scorciatoia, ci si perde sempre.....