Pagine statiche

mercoledì 26 febbraio 2014

Lettera di san Giacomo 4,13-17.


Lettera di san Giacomo 4,13-17.

Eccomi ora a voi, che dite: "Oggi o domani andremo nella tal città e vi passeremo un anno e faremo affari e guadagni",
mentre non sapete cosa sarà domani! Ma che è mai la vostra vita? Siete come vapore che appare per un istante e poi scompare.
Dovreste dire invece: Se il Signore vorrà, vivremo e faremo questo o quello.
Ora invece vi vantate nella vostra arroganza; ogni vanto di questo genere è iniquo.
Chi dunque sa fare il bene e non lo compie, commette peccato.


Riflessione ( Dio mi perdoni!!!!!)

Ogni volta che ho fatto dei progetti per il futuro, ogni volta che ho cercato di fare qualcosa che desideravo...è stato sempre un fallimento....

Allora....cosa insegna la lettura di oggi? ….che è molto ma molto imprudente fare calcoli per il domani e come giustamente stà scritto: “ molti sono i progetti nel cuore dell'uomo, ma solo i disegni del Signore si compiono” ( Prov.19,21).

Un futuro progettato da noi nei minimi dettagli, senza domandarci minimamente se ciò che abbiamo pensato di fare, è un disegno di Dio oppure no, è destinato ad andare in fumo....come il vapore che appare in un istante e poi scompare.

La nostra vita è veramente breve, sappiamo molto bene che siamo di passaggio...e Gesù non dice che non dobbiamo fare progetti, non dice che non dobbiamo divertirci, ma ci fa capire che tutto ciò che noi pianifichiamo, diventa realtà solo se Lui lo vorrà.

Quindi dobbiamo accettare che dipendiamo completamente da Lui e riconoscere insomma che non sapremo mai come sarà il nostro futuro..... E dobbiamo metterci l'anima in pace quando una porta si chiude....evidentemente il Signore ha deciso che quella porta si doveva chiudere....sappiamo molto bene , che poi si aprirà un portone molto più grande e più bello.