Pagine statiche

venerdì 28 febbraio 2014

Vangelo del giorno ....Mc 10,1-12 L' uomo non divida quello che Dio ha congiunto.

Dal Vangelo secondo Marco Mc 10,1-12


In quel tempo, Gesù, partito da Cafàrnao, venne nella regione della Giudea e al di là del fiume Giordano. La folla accorse di nuovo a lui e di nuovo egli insegnava loro, come era solito fare.
Alcuni farisei si avvicinarono e, per metterlo alla prova, domandavano a Gesù se è lecito a un marito ripudiare la propria moglie. Ma egli rispose loro: «Che cosa vi ha ordinato Mosè?». Dissero: «Mosè ha permesso di scrivere un atto di ripudio e di ripudiarla».
Gesù disse loro: «Per la durezza del vostro cuore egli scrisse per voi questa norma. Ma dall’inizio della creazione [Dio] li fece maschio e femmina; per questo l’uomo lascerà suo padre e sua madre e si unirà a sua moglie e i due diventeranno una carne sola. Così non sono più due, ma una sola carne. Dunque l’uomo non divida quello che Dio ha congiunto».
A casa, i discepoli lo interrogavano di nuovo su questo argomento. E disse loro: «Chi ripudia la propria moglie e ne sposa un’altra, commette adulterio verso di lei; e se lei, ripudiato il marito, ne sposa un altro, commette adulterio».

Parola del Signore


Riflessione
Nel Vangelo di oggi, Gesù risponde alle domande provocatorie dei farisei, riguardante il matrimonio, quasi in maniera nostalgica....“.....Ma dall’inizio della creazione [Dio] li fece maschio e femmina; per questo l’uomo lascerà suo padre e sua madre e si unirà a sua moglie e i due diventeranno una carne sola. Così non sono più due, ma una sola carne. Dunque l’uomo non divida quello che Dio ha congiunto “.
In effetti la prima coppia viveva un amore delicato, intenso e puro, perché Dio in questo progetto iniziale aveva pensato sì, all'unione di due persone, ma con un cuore simile. E nonostante la brutta “ caduta”...Dio continua ad essere ottimista, perché pensa ancora, che si possa ritornare a vedere il matrimonio come era alle origini. Insomma spera ancora oggi...nonostante tutto. Povero Gesù....quanta fiducia ha in noi!!!!!
Il matrimonio oggi è visto molto spesso come un punto di arrivo e non come un punto di partenza.....e iniziando così una vita a due, succede che l'intesa degli animi inizia a mancare, il cuore si indurisce, si inizia a scindere il corpo dalla persona...e da qui in avanti, la parola “divorzio” diventa di casa.
Signore.....aiutaci tu....perché senza di te riusciamo a combinare solo guai!!!!
*******
Dalla Costituzione pastorale GAUDIUM ET SPES