Pagine statiche

domenica 13 aprile 2014

La Passione di Cristo


Constatare che siamo dei mostri è molto doloroso, sopratutto quando iniziamo a subire la seduzione di Cristo. Succede allora qualcosa che somiglia un pò alla favola "La bella e la bestia", dove la bestia, a forza di guardare la bella, diventa bella a sua volta. Ma è un periodo straziante e paradossale, in cui continuiamo a essere dei mostri, pur essendo ormai figli di Dio, con un cuore ardente come quello dei discepoli di Emmaus. Potrebbe sembrare bello essere subito trasformati, non appena si senta il fascino di Cristo, ma non è così: è dopo aver toccato il fondo dello sconforto più totale che il cuore dei discepoli di Emmaus, e cioè il nostro, incomincia ad ardere... Egli ha manifestato ciò che siamo realmente, lasciandosi crocifiggere: è una delle ragioni (ce ne sono altre) per cui ha rifiutato di difendersi, per mostrarci di che cosa siamo capaci...



Tratto da "Beati gli umili" di Marie Dominique Molinié.