Pagine statiche

venerdì 7 novembre 2014

Disonesta ricchezza?!!!


Nel Vangelo di Luca cap. 16 versetto 9 troviamo queste parole di Gesù: Ebbene, io vi dico: Procuratevi amici con la disonesta ricchezza, perché, quand'essa verrà a mancare, vi accolgano nelle dimore eterne.
Come mai la ricchezza viene chiamata disonesta? Sembra un'espressione un po' strana. In realtà, a ben vedere, è un'espressione molto giusta. Infatti, come una persona che non mantiene le promesse è disonesta, così la ricchezza promette benessere, felicità, amori, amici, sicurezza, ma prima o poi si smentisce e non mantiene quanto ha promesso.
Allora il Signore ci dice che non è dalla ricchezza che dobbiamo sperare la felicità; la felicità la potremo raggiungere in pienezza solo nelle dimore eterne. La ricchezza non va utilizzata per accrescere i beni e gli amici della terra, ma per acquistare i beni e gli amici del Cielo. Ogni atto di generosità, di bontà, di carità, anche se è nascosto o non ottiene la riconoscenza degli uomini, è visto, apprezzato e ci procura l'amicizia di quanti in Cielo non vivono che di reciproco amore. 

Eugenio Pramotton          dal sito http://www.medvan.it/