Pagine statiche

venerdì 17 aprile 2015

Santa Caterina Tekakwitha Vergine - Osserneon (Auriesville), New York, 1656 - Caughnawaga, Canada, 17 aprile 1680


 
Caterina Tekakwitha era nata nel 1656 da genitori irochesi nel la regione di Ossernenon, ora nello Stato di New York, dove pochi anni prima i Gesuiti Jogues, Goupil, de La Lande erano stati martirizzati. Rimasta orfana, visse sotto la tutela di uno zio, avverso al cristianesimo. Tuttavia, i principi che la buona mamma, cattolica, aveva instillato in lei e la grazia di Dio fecero crescere in essa l’anelito a divenire cristiana. Nel 1667 l’incontro con tre missionari Gesuiti contribuì a far crescere in lei tale aspirazione: il loro Superiore, P. de Lamberville, decise di conferirle il Sacramento del Battesimo il giorno di Pasqua 1676 con il nome di Caterina (Kateri). Da allora visse con fervore il suo rapporto personale con Cristo crocifisso. L’amore per Gesù era talmente intenso che Caterina, distanziandosi dalle tradizioni tribali degli irochesi, sotto impulso divino non acconsentì ad unirsi in matrimonio con un giovane designato dai capi tribù: essa intendeva vivere in unione con Cristo. Ciò fu motivo di opposizione e minacce alle quali Caterina non cedette; tuttavia nel 1677 fu deciso che essa si trasferisse ad altro villaggio molto lontano, nell’attuale Canada, in cui era presente una fervente comunità di cristiani. Accolta con ammirazione per le sue virtù, contrariamente a tutti gli usi, a Natale 1677 Caterina fu ammessa a ricevere l’Eucaristia. Visse poi ancora tre anni come membro del villaggio dando esempio delle virtù cristiane, specialmente di carità verso le persone sofferenti e bisognose. Convinto della sua purezza e del suo amore per la persona di Cristo, il 25 marzo 1679 il suo direttore, P. Cholenec, le permise di fare al Signore voto di verginità perpetua; fu il primo riconoscimento di questo tipo tra gli indiani del Nord America. Il 17 aprile 1680, consumata dalla febbre, spirò serenamente dicendo come ultime parole: «Gesù, ti amo!»

Stella dei Nativi e Luce brillante per tutti! Noi ringraziamo Dio per il tuo eroico coraggio, la tua costante perseveranza ed il tuo profondo amore per la Croce. Prega per noi affinchè il nostro amore per Cristo si accresca e possiamo imitarti nel seguire la volontà di Dio anche quando sorgono delle difficoltà.
Preghiamo in nome di Cristo. Amen.