Pagine statiche

sabato 15 luglio 2017

Spirito Santo - FUOCO DI SANTITÀ



Non sempre ci sentiamo così ricchi interiormente da pregare con le nostre parole, allora, ci sono i Santi che ci possono aiutare!

Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen.
O Dio, vieni a salvarmi. Signore, vieni presto in mio aiuto.
Gloria al Padre

Togli il velo ai miei occhi
In principio Dio creò il cielo e la terra. Ora la terra era informe e deserta e le tenebre ricoprivano l'abisso e lo Spirito di Dio aleggiava sulle acque" (Gn 1, 1 -2)

Preghiamo il Signore, preghiamo lo Spirito Santo perché rimuova dai nostri occhi ogni nebbia e ogni oscurità che per il peso dei peccati oscura la visione al nostro cuore. Potremo allora ricevere un’intelligenza spirituale e meravigliosa della sua Legge, secondo quanto sta scritto: “Togli il velo ai miei occhi e contemplerò le meraviglie della tua Legge”.
Origene (f. 253)

Capire le Scritture con lo Spirito
Il faraone disse ai ministri: “Potremo trovare un uomo come Giuseppe in cui sia lo spirito di Dio?”. Poi il faraone disse a Giuseppe: “Dal momento che Dio ti ha manifestato tutto questo, nessuno è intelligente e saggio come te” (Gn 41,38-39)

Preghiamo il Signore di concederci un’intelligenza più acuta delle profezie e di aprire maggiormente i nostri sensi alla verità; allora, considerando nello Spirito ciò che a opera dello Spirito è stato scritto, e misurando in modo spirituale le realtà spirituali, potremo spiegare le Scritture secondo Dio e secondo lo Spirito Santo che le ha ispirate, in Cristo Gesù nostro Signore, al quale è la gloria e la potenza nei secoli dei secoli Amen.
Origene

Divampi il fuoco dell'amore
Dio disse a Mosè “Tu parlerai a tutti gli artigiani più esperti, ai quali io ho dato uno spirito di saggezza, ed essi faranno gli abiti di Aronne per la sua consacrazione e per l'esercizio del sacerdozio in mio onore” (Es 28.3)

Ora in noi, o Santo Spirito, uno con il Padre e con il Figlio, sii sollecito ad entrare, riversandoti nei cuori.
Bocca, lingua, mente, sensi e ogni nostra forza dia eco alla tua lode: divampi il fuoco dell'amore, faccia ardere colui che ci sta accanto.
Fa' che attraverso te conosciamo il Padre e assieme a lui vediamo il Figlio, e che crediamo in ogni tempo che tu sei lo Spirito di entrambi. Amen.

Sant'Ambrogio di Milano (397)

Tutto conosci
Il Signore parlò a Mosè e gli disse: "Vedi, ho chiamato per nome Bezaleel, figlio di Uri, figlio di Cur; della tribù di Giuda. L'ho riempito dello spirito di Dio, perché abbia saggezza, intelligenza e scienza in ogni genere di lavoro' (Es 3 1,1-3).

O Spirito Santo, tu sei presente a tutte le cose in modo immateriale senza forma, senza mutazione, ma non cessi di rimanere ineffabilmente assiso insieme col Padre.
Ti diffondi dappertutto e tutto contieni; in tutte le cose abiti in confuso, penetri nei nostri pensieri e negli esseri a noi invisibili.
Tutto scruti pur tutto conoscendo.
Senza voce risuoni, e ascolti le anime che internamente gridano in silenzio; di tutte, in tutto, hai pietà senza indugio, le rafforzi e dai indicibile letizia a tutti gli esseri ovunque siano.
Didimo il Cieco (ca. 313-399)


Ho conosciuto te
Sansone scese con il padre e con la madre a Timna, quando furono giunti alle vigne di Timna, ecco un leone venirgli incontro ruggendo. Lo spirito del Signore lo investì e, senza niente in mano, squarciò il leone come si squarcia un capretto (Gdc 14,5-6).

Ho conosciuto te, Dio vero e vivo,
Spirito Santo del Padre e del Figlio,
che procedi da entrambi,
consustanziale e coeterno al Padre e al Figlio,
nostro Paraclito ed Avvocato,
che sul medesimo Dio e Signore nostro Gesù Cristo
sei sceso, in forma di colomba,
e sei apparso sugli apostoli in lingue di fuoco;
che dall'inizio, con il dono della tua grazia,
hai ammaestrato tutti i santi e gli eletti di Dio,
ed hai aperto la bocca dei profeti
perché narrassero le meraviglie del regno di Dio,
e che insieme con il Padre e il Figlio
devi essere adorato e glorificato da tutti i santi di Dio.
Tra i quali anch'io, figlio della tua ancella,
con tutto il mio cuore glorifico il tuo nome,
perché mi hai illuminato.
Tu sei infatti la vera luce, il veridico lume,
il fuoco di Dio e il maestro degli spiriti,
che con la tua unzione ci insegni tutta la verità,
senza il quale è impossibile piacere a Dio,
perché tu stesso sei Dio da Dio
e luce da luce, procedendo dal Padre dei lumi
e dal suo Figlio, il Signore nostro Gesù Cristo,
coi quali, sei uno e trino glorificato in eterno. Amen.
Sant'Agostino

Adsumus”
Samuele consacrò Saul e gli disse: Lo spirito del Signore investirà anche te e ti metterai a fare il profeta insieme con loro e sarai trasformato in un altro uomo. Quando questi segni che ti riguardano saranno accaduti, farai come vorrai, perché Dio sarà con te. Lo spirito di Dio investi Saul e si mise a fare il profeta in mezzo a loro (1Sam 10, 6-7.10)

Siamo qui dinanzi a te, o Spirito Santo,
sentiamo il peso delle nostre debolezze,
ma siamo tutti riuniti nel tuo nome:
vieni a noi, assistici, scendi nei nostri cuori:
insegnaci tu ciò che dobbiamo fare,
mostraci tu il cammino da seguire,
compi tu stesso quanto da noi richiedi.
Sii, tu solo a suggerire
e a guidare le nostre decisioni,
perché tu solo, con Dio Padre e con il Figlio suo,
hai un nome santo e glorioso:
non permettere che sia lesa da noi la giustizia,
tu che ami l'ordine e la pace.
Non ci faccia sviare l'ignoranza,
non ci renda parziali l'umana simpatia,
non c'influenzino cariche o persone.
Tienici stretti a te col dono della tua grazia,
perché siamo una sola cosa in te,
e in nulla ci discostiamo dalla verità.
Fa' che riuniti nel tuo santo nome,
sappiamo contemperare bontà e fermezza insieme
così da far tutto in armonia con te,
nell'attesa che, per il fedele compimento del dovere,
mi siano offerti in futuro i beni eterni. Amen.

Sant'Isidoro di Siviglia (sec. VII)

Manda, o Cristo, il dono del tuo Spirito Paraclito

"Samuele prese il corno dell'olio e lo consacrò con l'unzione in mezzo ai suoi fratelli, e lo spirito del Signore si posò su Davide da quel giorno in poi. Samuele poi si alzò e tornò a Rama' (ISam ' 16,13)

Manda, o Cristo, il dono del tuo Spirito Paraclito perché, riempiendoci, possiamo in forma solenne cantare i suoi doni.
Egli ha scelto da principio il giorno più sacro degli altri, nel quale consacrare col suo carisma la Chiesa.
La sua mirabile discesa una volta per sempre ci ammaestra perché la sacra grazia illumini perennemente tutte le persone pie.
Erano tutti insieme, gli apostoli con i discepoli, al piano superiore, dediti alle sublimi lodi di Dio, quando, inviato dall'alto, lo Spirito venne dal trono del Padre e riempì, benigno, i cuori di coloro che lo lodavano.
Venne con un suono soavissimo e venne in una fervidissima visione fiammeggiante, mentre dall'alto riluceva la grazia che ci illumina, con la fiamma della sapienza, e infuocare i nostri cuori, con la lampada dell'amore interiore.
Con lingue di fuoco in alto lo Spirito Creatore della lingua apparve ai credenti e portò il dono del Verbo.
O mirabile grazia, quando popoli, prima diversi per costumi e per voce, un solo Spirito congiungeva!
O Veramente santa città e vera visione di pace, poiché la luce della fede riuniva già in un sol cuore una moltitudine!
Questa felicità col primo dono riempì la Giudea, questa felicità ora risplende in tutta la terra, fino agli estremi confini del mondo.
E la stessa devozione delle menti loda insieme, in un solo Spirito, l'unica gloria di Cristo in suoni differenti di lingua. Amen

San Beda il Venerabile (672/73-735)

Grazie
Elia disse ad Abdia: "Appena sarò partito da te, lo Spirito del Signore ti porterà in un luogo a me ignoto” (1Re 18, 12)

Grazie, o Spirito,
per esserti fatto per noi
luce senza tramonto,
sole senza declino,
perché non hai dove nasconderti,
tu che riempi l'universo
della tua gloria.
Vieni, Signore,
pianta in noi oggi la tua tenda;
costruisci la tua casa
e rimani eternamente
in noi, tuoi servi,
perché alla fine anche noi
ci ritroviamo in te.
Conservaci incrollabili nella fede
e vedendoti,
noi che siamo morti,
vivremo;
e possedendoti,
noi poveri,
saremo i più ricchi degli uomini.
Tu sei il vero bene,
la vera gloria,
a te appartiene la gloria,
o santa, vivificante Trinità,
ora e sempre, nei secoli dei secoli.

Anonimo (sec. IX)

Sgombra la nostra mente
Lo spirito di Dio investi Azaria, figlio di Obed (2Cr 15, 1)

Ci sia vicina la grazia dello Spirito Santo, che faccia dei nostri cuori una dimora per sé, dopo averne espulso tutti i vizi spirituali.
O Spirito benefico , illuminatore degli uomini; sgombra le orride tenebre della nostra mente.
O tu, Spirito purificatore di tutte le vergogne, purifica l'occhio del nostro uomo interiore, perché possiamo vedere il Padre supremo, che soltanto gli occhi di un cuore puro possono riconoscere. Tu hai ispirato i profeti, perché preannunziassero il messaggio di Cristo. Hai dato forza agli apostoli, perché recassero per tutto il mondo l'annuncio della vittoria di Cristo.
Quando la macchina del cielo, della terra, del mare, per mezzo del suo Verbo Dio creò, tu, su quelle acque aleggiando, hai dispiegato la tua potenza, o Spirito.
Tu fecondi le acque per dar vita alle anime; tu, soffiando su di noi, porgi agli uomini il dono di essere spirituali. Tu hai radunato il mondo, diviso dalle lingue e dai riti, o Spirito. Tu richiami al culto di Dio gli idolatri, o sommo di tutti i maestri.
Pertanto, esaudisci le nostre preghiere, ti supplichiamo, o Spirito Santo, senza il quale tutte le nostre preghiere sono credute vuote ed indegne alle orecchie di Dio. Tu che, con l'ispirazione della tua potenza, hai istruito i santi di tutti i secoli, avvincendo gli spiriti; tu stesso, oggi, arricchendo gli apostoli con un dono insolito ed inaudito in tutti i secoli, hai reso glorioso questo giorno.

Beato Notkero (840-912)

Donami di essere tutto di Dio
Lo Spirito del Signore venne su di me e mi disse: "Parla, dice il Signore: Così avete detto, o Israeliti, e io conosco ciò che vi passa. per la mente. Avete paura della spada e io manderò la spada contro di voi, dice il Signore Dio! (Ez 11,5.8)

O Spirito Santo, sei tu che unisci la mia anima a Dio:
muovila con ardenti desideri e accendila con il fuoco del tuo amore.
Quanto sei buono con me, o Spirito Santo di Dio: si per sempre lodato e benedetto per il grande amore che effondi su di me
Dio mio e mio Creatore e mai possibile che vi sia qualcuno che non ti ami? Per tanto tempo non ti ho amato! Perdonami, Signore.
O Spirito Santo, concedi all'anima mia di essere tutta di Dio e di servirlo senza alcun interesse personale, ma solo perché è Padre mio e mi ama.
Mio Dio e mio tutto, c'è forse qualche altra cosa che io possa desiderare? Tu solo mi basti. Amen.

Santa Teresa d'Avila (1515-1582)

Fuoco beato, che non consumi ma illumini
Vi darò un cuore nuovo, metterò dentro di voi uno spirito nuovo, toglierò da voi il cuore di pietra e vi darò un cuore di carne. Porrò il mio Spirito dentro di voi e rifarò vivere secondo i miei precetti e vi farò osservare e mettere in pratica le leggi (Ez36,26-27)

Quando il fuoco divino, venendo dall'alto, incomincia a infiammare il cuore dell'uomo, le passioni subito diminuiscono e perdono la loro forza; il peso, da grave che era, si fa più lieve; e nella misura in cui cresce l'ardore, non è difficile che il cuore umano si senta così leggero da prendere ali come di colomba.
Fuoco beato, che non consumi, ma illumini; e, Se consumi, distruggi le cattive disposizioni perché la vita non si spenga!
Chi mi darà di essere avvolto in questo Fuoco? Un Fuoco che mi purifichi, togliendo dal mio spirito, con la luce della vera sapienza, il buio dell'ignoranza, l'oscurità di una coscienza erronea; che trasformi in amore ardente il freddo della pigrizia, dell'egoismo e della negligenza.
Un Fuoco che non permetta al mio cuore di indurirsi, ma col suo calore lo renda sempre malleabile, obbediente e devoto; che mi liberi dal giogo pesante delle preoccupazioni terrene e dei desideri terreni, e, sulle ali della santa contemplazione che nutre e aumenta la carità, porti il mio cuore tanto in alto da farmi ripetere col profeta: “Rallegra l'anima del tuo servo: o Signore, innalzo a te l'anima mia” (Sal 85, 4).
San Roberto Bellarmino (1542-1621)


Mi dono tutto a te
Mentre io son pieno di forza con lo Spirito del Signore, di giustizia e di coraggio, per annunziare a Giacobbe le sue colpe, a Israele il suo peccato (Mi 3,8)

Santo Spirito, mi dono tutto a te.
Prendi possesso dell'anima mia,
guidami in ogni azione e fammi vivere
come un autentico figlio di Dio,
come un membro sano di Cristo
e come una realtà che, nata da te,
a te appartiene totalmente
e da te deve essere completamente
posseduta, animata e condotta.

San Giovanni Eudes (1601-1680)

Inondami del tuo Spirito
Disse Giovanni il Battista: "Io vi battezzo con acqua per la conversione; ma colui che viene dopo di me è più potente di me e io non son degno neanche di portargli i sandali; egli vi battezzerà in Spirito Santo e fuoco” (Mt 3, 11)

O Gesù,
inondami del tuo Spirito e della tua vita.
Penetra in me e impossessati del mio essere
così pienamente che la mia vita
sia soltanto un'irradiazione della tua.
Aiutami a spargere
il profumo di te, ovunque vada.
Che io cerchi e veda non più me,
ma soltanto te.
Fa' che ti lodi, nel modo
che a te più piace,
effondendo la tua luce
su quanti mi circondano.
Che io predichi te senza parlare,
non con la parola, ma col mio esempio,
con la forza che trascina,
con l'amore che il mio cuore
nutre per te. Amen.

Card. J. H. Newman (1801-1890)

Accresci in me la fede
Appena battezzato, Gesù uscì dall'acqua: ed ecco, si aprirono i cieli ed egli vide lo Spirito di Dio scendere come una colomba e venire su di lui (Mt 3,16)

O Spirito Santo,
amore vivo in cui il Padre e il Figlio
si amano l'un l'altro,
tu sei la fonte dell'amore divino
che zampilla nei nostri cuori.
O Spirito della vita.
sei tu che ci fai risorgere
dalla morte del peccato
alla vita nuova dei figli di Dio.
Fammi la grazia, ti prego,
di passare dall'idolatria delle creature
all'amore puro del Creatore:
accresci in me la fede,
la speranza e l'amore.
O Spirito di santità,
solo da te viene quanto di buono possiedo:
il fuoco divino che hai acceso nel mio cuore,
mi apra all'incontro con il Padre nella preghiera.
O Spirito Santo,
il tuo amore è infinitamente più prezioso
di tutti i tesori del mondo:
per me è la vita. Amen.

Card. J. H. Newman


Tratto da “Preghiere allo Spirito Santo” edizione Shalom